ViVi il Verde 2017

ViVi il Verde. Musicamminando tra Natura e Fantasia – Domenica 24 settembre 2017 ore 14:30

Gnomo Bàgnolo Eventi 0 Commenti

Una camminata sul Sentiero degli Gnomi per “ViVi il Verde” accompagnata dalla musica: Tamburelli, flauto e zampogna per scoprire il piccolo popolo di Bagno di Romagna e, insieme, fare diventare ancora più verde il giardino dove abita.

  • Luogo: BAGNO DI ROMAGNA, ritrovo in Piazza Ricasoli – Orari: 14.30

Tutti i bambini insieme per rendere ancora più verde il Sentiero degli Gnomi di Bagno di Romagna. In compagnia della visionaria guida Pierluigi Ricci, saliremo tra i sentieri del Bosco dell’Armina, fino al Villaggio di Boto, dove il piccolo popolo degli gnomi ha la sua dimora. Lì, pianteremo un nuovo albero per rendere ancora più verde il parco.

La nostra camminata sarà una festa in musica. Flauto e Zampogna riempiranno di magia il bosco mescolandosi ai suoni della natura. E poi sulla via del ritorno, fuori i tamburelli per ballare in festa lungo il Fiume Savio.

Aspettiamo a Bagno di Romagna tutti i bambini del mondo che, come Peter Pan, continuano a trovare felici l’isola che non c’è.

Info

Ingresso libero. Gradita la Prenotazione.

ViVi il Verde. Alla scoperta dei giardini dell’Emilia-Romagna

Ritorna anche nel 2017, e precisamente il 22, 23, 24 settembre, la rassegna “ViVi il Verde. Alla scoperta dei giardini dell’Emilia-Romagna”, ideata e promossa dall’IBC-Istituto regionale per i beni culturali e giunta quest’anno alla quarta edizione. Decine le aree verdi coinvolte, da Rimini a Piacenza, tra giardini pubblici, giardini storici, parchi, orti botanici, aree urbane verdi e giardini di ville o di castelli. Si va dal giardino Labirinto della Masone a Fontanellato (in provincia di Parma), al parco del Mauriziano a Reggio Emilia, legato al nome dell’Ariosto, ai giardini “sociali” curati dai cittadini del borgo San Giuliano a Rimini, caro a Fellini, ai tanti giardini dei castelli del Ducato di Parma e Piacenza. Presenti anche gli orti botanici, in particolare quello dell’Università di Bologna, uno dei più antichi d’Europa, con visite e approfondimenti
Come sempre è un’occasione per “vivere” la natura secondo le modalità più disparate: visite guidate, certo, ma anche laboratori, conferenze “sul campo”, percorsi sensoriali, lezioni pratiche, treewatching, incontri con chi i giardini li cura e li protegge per mestiere, atelier didattici per i più piccoli, e tanto altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *